Storie di phishing – quarta parte

Con questa quarta parte si conclude la storia, nella prima parte abbiamo visto il raggiro prendere vita, nella seconda parte abbiamo definito il “perculamento” e nella terza abbiamo concluso la vicenda con “it’s not my fault” ed ora? Perchè una quarta? Perchè grazie al coraggio misto incoscenza  profusomi nelle vene alla terza guinness, ho deciso di contattare la mia amica Lucy e di chiederle spiegazioni sul perchè ancora non mi avesse fatto sapere nulla….fantastico…..  E non ci crederete ma mi ha pure risposto!!

Questa è la mail che le ho inviato il 18 alle 16:41:

Hi Lucy,
why did you not write me anymore? I'm waiting for your reply and I
need to have bank info to go ahead.
Let me know what I have to do!
cheers

Mr LaForca

 

Sta notte alle 00:09, la risposta:

Hello,

What are you saying, if you don’t want to help me just stop it, because I have 
find the serious in you that you are not willing to help.

Lucy Adou

Demoralizzato e depresso, soprattutto perchè ormai le guinness hanno esaurito l’effetto, le rispondo, concludendo per sempre la nostra stupenda amicizia nata in rete, pescata in rete, dove l’elemento portante  era il fatto che stavamo entrambi tentando di fotterci a vicenda…. magari lei era più motivata di me, io stavo semplicemente cercando di farmi delle risate, credo, non so dirvi come cazzo mai mi è saltato in mente di fare una cosa del genere…. Ad ogni modo, questa è la mail che le ho inviato di risposta:

Ok Lucy!
Good luck, I hope that you can find someone else that can help you!
Have a good life!

Mr LaForca

Ora vediamo se avrà voglia di rispondere, magari le chiederò di incontrarmi in real life, e chissà che non possa nascere una splendida storia d’amore e fantasia come nelle migliori favole disney!

Il vostro caro:

Mr. LaForca

 



Tags: , ,
This entry was posted on lunedì, Gennaio 19th, 2015 at 17:22 and is filed under cazzate. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Your comment